19 Settembre 2017
immagine di testa


Lavorazioni

IVECO - CNH INDUSTRIAL

AUTORIZZAZIONI
Da sempre officina Lancia - Fiat per veicoli industriali, poi entriamo a far parte del mondo IVECO, facente parte della multinazionale CNH INDUSTRIAL.

il 1975 quando inizia la grande sfida al mercato e ai competitor: dall´unione di cinque storiche aziende europee, fondate a fine ottocento e specializzate nella progettazione e costruzione di veicoli industriali, nasce Iveco.

Un gruppo con un know-how solido, capace di esprimere il meglio dell´innovazione tecnologica e di affermarsi sul piano produttivo e commerciale nei pi importanti mercati industrializzati come in quelli emergenti, perseguendo una strategia di sviluppo focalizzata sul rispetto dell´ambiente.

Trentacinque anni contrassegnati da una politica aziendale orientata alla globalit e multiculturalit, come dimostra l´evoluzione del Gruppo.

1975-1984
Integrare le culture, razionalizzare i prodotti e ottimizzare gli impianti: con questo spirito muove i suoi primi passi il Gruppo Iveco, che da subito si contraddistingue per la sua forte vocazione internazionale nel settore del trasporto industriale su gomma. Con 200 modelli di base e 600 versioni derivate, l´azienda propone una gamma tra le pi complete nel panorama europeo.

1975: il 1 gennaio, dalla fusione di Fiat Veicoli Industriali (con sede a Torino), OM (Brescia), Lancia Veicoli Speciali (Bolzano), Unic (Trappes) e Magirus-Deutz (Ulm), nasce Iveco, Industrial Vehicles Corporation.
1977: appena due anni dopo la sua costituzione, Iveco approda sul mercato Usa, dove viene costituita Iveco Trucks of North America. L´obiettivo di allargare la propria presenza al di fuori dell´Europa si estende, verso la fine del decennio, anche all´Africa, dove vengono avviate due joint venture, in Libia e Nigeria.
1978: arriva sul mercato una nuova offerta di veicoli leggeri, la gamma "S" dalle 3 alle 5 tonnellate con 4 modelli base e 7 versioni per un totale di oltre 40 combinazioni.
1980: con il rafforzarsi dell´unit aziendale, si fa pressante l´esigenza di affermare questa nuova identit anche verso l´esterno e Iveco intraprende una nuova strategia per promuovere il brand, attraverso l´identificazione del prodotto con un nuovo logo, le campagne pubblicitarie e la sponsorizzazione di competizioni sportive, missioni scientifiche e il lancio di nuovi prodotti.
1983: tra i mezzi impiegati nella spedizione di Jacques Cousteau in Amazzonia c´ un mezzo anfibio, firmato Iveco, simbolo di una forma particolare di sponsorizzazione che utilizza la fornitura di veicoli direttamente ai protagonisti degli eventi.
1984: nasce il TurboStar, veicolo pesante stradale che riscuote un grande successo in Europa, tanto da raggiungere, in soli 7 anni, la quota di 50 mila unit vendute.

1985-1994
I confini si ampliano. L´azienda conquista nuovi mercati, attua joint venture e stringe accordi commerciali in tutto il mondo. Il Gruppo persegue, inoltre, una nuova strategia, denominata "Iveco Europe Project", finalizzata a ottimizzare i processi industriali e migliorare la produttivit.

1985: Iveco progetta e realizza il primo motore diesel leggero superveloce a iniezione diretta e nel 1989 il primo motore diesel con EGR, che riduce le emissioni inquinanti. Entra a far parte del Gruppo la societ Astra di Piacenza. Inoltre, Iveco entra sul mercato cinese attraverso un accordo di trasferimento tecnologico con la NAC (Nanjing Automobile Corporation) di Nanchino, per la produzione in Cina di veicoli commerciali leggeri.
1986: viene costituita Iveco Ford Truck Ltd, joint venture paritetica tra Iveco e Ford.
1989: la nuova gamma di veicoli leggeri, Iveco Daily, accolta con entusiasmo dal mercato europeo.
1991: viene lanciata la gamma Euro di veicoli medi, pesanti e cava cantiere, una delle pi innovative nel panorama mondiale. Ad agosto viene inaugurata la prima linea di montaggio del TurboDaily nello stabilimento cinese.
1992 l´Eurocargo si aggiudica il premio "International Truck of the Year", mentre l´anno successivo il riconoscimento va all´EuroTech.

1995-2004
Iveco lancia sul mercato europeo una serie di prodotti importanti, come nuovi motori, bus, veicoli commerciali e industriali, e continua il processo di globalizzazione, con joint venture strategiche in Cina.

1995: il bus EuroClass HD nominato "International Coach of the Year".
1996: Iveco acquisisce la Camiva S.A. di Chambery da Renault. Nello stesso anno, Iveco firma un accordo di collaborazione con la Yuejing Motor Corporation di Nanchino, creando la joint venture Naveco, per la produzione in Cina di veicoli commerciali leggeri e motori diesel.
1997: Iveco Magirus, Camiva e Iveco Mezzi Speciali convergono nel nuovo polo Iveco Eurofire a cui si aggiunge la societ austriaca Lhr.
1998: viene lanciato il propulsore Cursor 8 e l´anno successivo il Cursor 10, motore diesel con turbina a geometria variabile. Ricorre il 125esimo anno di attivit dalla prima scala Magirus e la consegna della 5millesima autoscala Magirus prodotta nel secondo dopoguerra.
2000: il Daily si aggiudica il titolo di "Van of the Year".
2002: viene commercializzato lo Stralis in versione Active Space, eletto "International Truck of the Year" l´anno successivo.
2003: viene acquisita la quota di Iveco Irisbus, joint venture fondata quattro anni prima con Renault per la produzione di autobus urbani e turistici. La controllata Heuliez Bus entra a far parte del gruppo Iveco.
2004: per gli impieghi pesanti cava cantiere viene presentato il Trakker. Lo stesso anno viene lanciato anche il nuovo Iveco Daily.

dal 2005
Iveco festeggia i suoi primi trent´anni di attivit. L´azienda continua la sua politica di espansione all´estero, che si consolida con alcuni importanti accordi in paesi ad alto potenziale di crescita, come la Cina.

2005: inizia la commercializzazione di veicoli a norma Euro 4 ed Euro 5.
2006: nasce il nuovo Daily caratterizzato dal "Professional DNA", ovvero un nuovo veicolo, disegnato da Giugiaro, che rappresenta una risposta solida e concreta alle nuove esigenze del trasporto professionale. Nello stesso anno si disputano le Olimpiadi invernali di Torino, di cui Iveco sponsor.
2007: Iveco annuncia la sponsorizzazione della nazionale neozelandese di rugby, i mitici "All Blacks", la squadra pi famosa del mondo. Prosegue il rinnovamento della gamma con il lancio del nuovo Stralis e del rinnovato Trakker, presentati in una nuova livrea nera con tatuaggi Maori a sottolineare la nuova partnership sportiva. Iveco Irisbus propone la gamma Citelis, con motorizzazione Euro 4/5 a gas naturale e Magelys, il nuovo veicolo granturismo che copre il segmento top di gamma. A settembre pronto il Daily 4x4. Nello stesso anno, Iveco fonda, con il partner cinese Saic, la joint venture Saic-Iveco Hongyan, con sede a Chongqing, per la produzione di veicoli pesanti on e off-road.
2008: sul mercato arrivano il modello completamente rinnovato dell´Eurocargo e il Massif, con il quale Iveco entra per la prima volta nel segmento dei fuoristrada. Infine viene presentato il nuovo Eurocargo 4x4.
2009: arriva sul mercato l´EcoDaily, ultima trasformazione del veicolo commerciale leggero che rinnovato nell´estetica e nei motori, oltre che migliorato nel comfort e nell´elettronica di bordo, dimostra sin dal nome la sua vocazione per l´ottimizzazione dei suoi impatti economici ed ecologici. Iveco Irisbus lancia il Magelys HDH, veicolo che si colloca nella ristretta cerchia dei pi sofisticati autobus Gran Turismo presenti sul mercato europeo . In Cina nasce il Genlyon, veicolo pesante primo frutto della joint-venture tra SAIC e Iveco, progettato direttamente in Cina e ambasciatore in quel mercato dell´eccellenza tecnologica e della qualit europea di Iveco.
2010: ad aprile Fiat annuncia l´intenzione di procedere alla scissione dei business dei veicoli industriali, delle macchine per l´agricoltura e per il movimento terra e dei relativi motori e trasmissioni. CNH, Iveco e le attivit "I&M" di FPT Powertrain Technologies confluiscono in una nuova societ denominata Fiat Industrial S.p.A., quotata alla Borsa di Milano. La scissione operativa dall´1 gennaio 2011.
2010: al Salone di Hannover Iveco presenta due anteprime mondiali nel settore dei pesanti. In primo luogo l´EcoStralis, veicolo ricco di contenuti tecnologici e di servizi con prestazioni ottimizzate volte soprattutto a ridurre i consumi e le emissioni di CO2, e Iveco Glider, un concept sul tema della produttivit per il cliente nelle missioni a lunga percorrenza stradale, focalizzato su due filoni principali, quali l´efficienza energetica e la vivibilit.

CNH Industrial N.V. stata costituita nel novembre 2012 ed divenuta operativa a fine settembre 2013 in seguito al completamento delle operazioni di fusione di Fiat Industrial S.p.A. e CNH Global N.V. Leader globale nel settore dei capital goods, Fiat Industrial ha iniziato a operare l´1 gennaio 2011, a seguito dello scorporo delle attivit di Iveco, CNH e FPT Industrial da Fiat S.p.A. CNH, protagonista a livello mondiale nel settore delle macchine agricole e movimento terra, stata costituita il 12 novembre 1999 con la fusione di New Holland N.V. e Case Corporation.

Oggi l´expertise dell´azienda abbraccia diversi settori e continenti, fondandosi su una grande tradizione di storici successi e significativi contributi allo sviluppo della conoscenza tecnologica negli ambiti in cui opera. I marchi di CNH Industrial partono da queste basi per offrire ai clienti prodotti e soluzioni tecnologicamente all´avanguardia, in qualit di leader globali nei rispettivi settori di business.

CNH Industrial un leader globale nel settore dei capital goods che, attraverso i suoi vari business progetta, produce e commercializza macchine per l´agricoltura e movimento terra, camion , veicoli commerciali, autobus e veicoli speciali, oltre ad un ampio portfolio di applicazioni powertrain. Presente in tutti i principali mercati a livello globale, CNH Industrial ha l´obiettivo di espandere la propria presenza nei mercati emergenti e anche attraverso le proprie joint ventures.

Da trattori e mietitrebbie, escavatori, pale gommate, camion, bus, veicoli antincendio e mezzi per la protezione civile a soluzioni powertrain per on-road, off-road e applicazioni marine, il Gruppo progetta, costruisce e vende "macchine da lavoro". CNH Industrial presente in 190 paesi e vanta un´esclusiva posizione competitiva attraverso i suoi 12 brand, 62 stabilimenti produttivi, 48 centri di ricerca e sviluppo, oltre 71.000 dipendenti.

Il Gruppo ha la flessibilit necessaria per perseguire le migliori scelte strategiche e cogliere le opportunit di sviluppo e di consolidamento che si dovessero presentare, coerenti con le ambizioni di un´azienda leader nel settore.

http://www.cnhindustrial.com/

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]